Parola all’esperto

Dott. Andrea Militello su Lui a Letto

 

Militello AndreaIl dott. Militello è Urologo Andrologo e collabora con Lui a Letto attraverso la pubblicazione di articoli specialistici sulle patologie che più preoccupano gli uomini nella categoria “Parola all’esperto”.

Il nostro esperto è disponibile a rispondere alle domande e ai dubbi dei lettori.

Buona lettura e scrivete scrivete scrivete!

MilitelloDottCurriculum vitae del dott. Andrea Militello 

Urologo e Andrologo perfezionato in Ecografia specialistica e Urodinamica
Laurea in “Medicina e Chirurgia conseguita nel luglio 1991
con votazione di 110/110 e lode
presso l’Universita’ degli Studi di Roma “La Sapienza”,
discutendo la tesi sperimentale:
”Chemioterapia endocavitaria con epidoxorubicina e interferone per via sistemica nella profilassi dei tumori superficiali della vescica”

Nel 1990 ha conseguito il
diploma della Scuola Medica Ospedaliera di Roma e della Regione Lazio in Chirurgia Pediatrica

Nel 1991 ha vinto il concorso d’ammissione alla
Scuola di specializzazione in Urologia I del Policlinico “Umberto I” di Roma, in qualità di specializzando n.o.

Nel novembre 1996 ha conseguito la
specializzazione in Urologia con votazione di 70/70 e lode
presso il Dipartimento di Urologia “U. Bracci” del Policlinico “Umberto I” di Roma discutendo la tesi sperimentale:
”L’ecografia trans rettale, il PSA ed il PSAD. Tre metodiche a confronto nella diagnostica del carcinoma della prostata”

Nel 1997 ha vinto il concorso di ammissione alla
Scuola Perfezionamento in Ecografia Nefro-Urologica
presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”

Incarichi attuali :

Responsabile del Servizio Emodialisi e Responsabile Urologo presso la Casa di Cura Nepi.

Responsabile modulo di Urologia ed Andrologia della Casa di cura Santa Teresa a Viterbo

Direttore Sanitario e Responsabile modulo di Urologia ed Andrologia ed ecografia urologica presso il poliambulatorio Raphael in Roma

Urologo presso Casa di Cura Villa Tiberia, ARS Medica, Villa Flaminia. Ecografia ed Urodinamica

Vice Presidente ARCUG

Ecografia apparato urogenitale e sistemica iscritto SIUMB

Urodinamica iscritto SIUD

I blog del Dott. Militello: http://www.medicitalia.it/andrea.militello

http://urologia-andrologia.myblog.it/

Il Dott. Militello è anche su Facebook 

63 thoughts on “Parola all’esperto

  1. Egregio dottore,

    ho sofferto di eiaculazione precoce per parecchio tempo e tre mesi fa il mio medico mi ha prescritto la crema Emla da applicare sul glande prima di ogni rapporto; ho seguito il consiglio per due mesi ed i risultati sono stati ottimi sia come prestazioni che soddisfazione sessuale da parte mia e della mia compagna tanto da arrivare ad avere rapporti quasi giornalieri. Vorrei sapere se posso continuare ad usare Emla senza problemi considerato che contiene lidocaina? E’ vero che la lidocaina è catalogata come stupefacente?.
    Una curiosità: rimanere col “colpo in canna” può creare seri problemi all’apparto genitale?

    • può continuare tranquillamente…l assorbimento sistemico è pressochè nullo. Il “colpo in canna” se ripetuto troppe volte, può creare una congestione delle vie seminali.
      Cordialità

  2. vorrei avere delle delucidazioni riguardo la sexsomnia. Mi è capitato diverse volte che mio marito ha iniziato a toccarmi durante il sonno per poi arrivare ad un rapporto sessuale (ma lui è coscente durante il rapporto visto che si decide insieme cosa fare, si mette il preservativo e poi finito il rapporto va anche in bagno o a bere). vorrei specificare che lui si ricorda di quello che fa ma nel momento in cui inizia ammette (mentre lo fa) che è ”assonnato” o direi in uno stato di dormi/veglia. Ora vorrei capire se anche lui soffre di sexsonia oppure no

      • Sono M. Ho 25 anni,Volevo chiedere al dottore se gli esercizi di Kegel risolvono l’eiaculazione precoce o provocano dei danni,e se può darmi dei consigli naturali per risolvere l’eiaculazione precoce.grazie

  3. salve dott.Militello vorrei capire con l’aiuto di un esperto il comportamento di mio marito. e possibile che un uomo possa stare giorni e giorni (10-15gg se non di più)senza avere un rapporto? e che dice che sia stanco e non abbia la forza di fare niente e normale, come mi devo comportare? anche perchè io non mi sento più a mio aggio e che sinceramente incomincio a desiderare un altro uomo che mi faccia sentire desiderata e bella. ma forse sono io che non le piaccio più e non sa come dimmelo? io ci parlo a dire la verità apro sempre io l’argomento come se io fossi l’uomo e lui la donna ma lui non mi da mai una risposta che mi possa esaudire. che devo fare? la prego di rispondermi al più presto. la saluto a presto.

  4. Caro dott. MILITELLO da qualche tempo noto che una piccola parte del prepuzzio e’ incollata al glande.Ho cercato di staccarlo leggermente , pero’ si e’ un pochino lacerata la parte.Nonostante uso un sapone neutro. Cosa mi consiglia di fare?

  5. Pingback: Conoscere il varicocele | Lui a Letto

  6. Pingback: La sterilità maschile è da considerarsi ormai “malattia sociale” | Lui a Letto

  7. Pingback: Eiaculazione: precoce, ritardata o impossibile? | Lui a Letto

  8. Salve dottore,
    Mi chiamo federico ed ho 22 anni. Ho avuto diversi rapporti sessuali ma il mio pene, scusi se non uso termini tecnici ma non li conosco, non si riesce a scoprire del tutto. Le pelle attorno rimane attaccata alla punta tramite un piccolo lembo di pelle. Quando provo a scoprire del tutto la cappella, sia da moscio che da duro, avverto un dolore sul lato del lembo di pelle. A cosa puo essere dovuto e come si puo fare per risolvere?
    Grazie e cordiali saluti

    • o siamo di fronte ad una fimosi o , se parziale, ad una sinechia, una aderenza. Trattamento chirurgio. Nel caso di aderenza un po di crema anesteica e si risolve in pochi minuti. Nel caso fosse fimosi l intervento è un po piu impegnativo, ma comunque semplice e veloce

  9. salve roberto ho fatto un corso online .Esercizi kagel tecniche di respirazione almentazione senza nessun risultato PUO AIUTARMI grazie la saluto

  10. Gentile Dottore,
    Jiojio ci scrive:
    Ciao…. Io ho avuto un periodo che mi masturbavo ma poi di conseguenza ho avuto anche delle infiammazioni e dolori alle braccia e piedi x questo ho smesso !! Ma volevo sapere cosa può essere ? Grazie

  11. sono un ragazzo di 18 anni,mi vergogno a dirlo ma mentre mi stavo masturbando il mio pene ha iniziato a sanguinare dal filetto goccia a goccia e ho perso molto sangue,cosa devo aspettarmi?Devo operarmi, o oppure garira da se, cmq ho rotto il filetto o no? ho molta paura spero mi rispondete

  12. ne paura, ne vergogna. Sono problemi che accadano a molti di noi. Direi di fare una visita andrologica ed eventualmente fare l interventino di frenuloplastica ( potrebbe succedere durante un rapporto ed essere più imbarazzante )

  13. Salve, sono Amanda, una transessuale di 25 anni, di lavoro faccio la webcam tgirl, cioè mi spoglio in webcam su dei siti, robe legali e pago le tasse insomma.
    Il mio problema è che dovendo masturbarmi per 2 o 3 ore al giorno per cinque giorni su 7, ho riscontrato il problema del gonfiore del prepuzio, e cioè, quando finisco la mia performance, il mio pene anche se non è eretto, ma scappellato, presenta un gonfiore tipo ciambella nella parte poco distante dal glande, la cosa mi preoccupa, e mi crea un leggero dolore, ultimamente ho fatto 5 giorni di pausa, sembrava che il problema fosse passato del tutto, ma invece non sono bastati perchè oggi ho ricominciato a lavorare ed il problema è ritornato alla fine della masturbazione. COsa posso fare? mi aiuti la prego.

    • Cara Amanda,
      stai creando un edema del prepuzio.
      Riposo e creme al cortisone. Se il riposo non è possibile visto il tuo lavoro allora cerca di ridurre l attrito magari usando degli oli che favoriscano lo scorrimento ( non è un consiglio da andrologo, ma forse riduce l attrito ). Se non ripari il problema l edema rischia di comprimere il glande e dare una parafimosi

      • Grazie mille per la risposta, non so come ringraziarla.
        Vorrei soltanto aggiungere alcuni aggiornamenti ed una domanda:
        Dal giorno 21 ad oggi 28 Maggio, non ho esercitato alcuna masturbazione, ed il problema sembra esserci ancora, ma molto meno visibile.
        Domani andrò di corsa ad acquistare una crema al cortisone, ma le domande che mi pongo sono 3:
        1: Guarirò definitivamente questo problema o la pelle sarà più sensibile ed avrò maggior facilità di riscontrare il problema anche usando oli lubrificanti?
        2: La crema al cortisone renderà la pelle del pene molto più fragile e sensibile dopo l’uso della stessa? (io so che le creme al cortisone fanno consumare la pelle con il tempo)
        3: C’è un modo per prevenire una futura ricaduta?

        Sono impaurita, ed ho l’ansia di non poter più lavorare per colpa di questo problema. Sarei spacciata. (mi scusi il breve sfogo)

        Grazie mille ancora. La ringrazio di cuore davvero.

  14. Salve dottore,
    da un po’ di tempo ho problemi di erezione durante un rapporto sessuale, non so se definirla anche una perduta di libido, problemi che si presentano o all’inizio oppure durante il rapporto, fortunatamente non sempre, poi l’altro problema e che durante la eiaculazione da masturbazione ho un leggero bruciore. Attendo una sua risposta grazie.

  15. Gentile dottore,
    ho 31 anni,da circa due settimane avverto dei fastidi dentro l’uretra quasi come una sensazione di solletico,come se avessi delle goccioline che scorrono dentro e ho delle perdite che durante la giornata sono trasparenti (come piccole goccioline che escono dall’uretra) e invece la mattina al risveglio sono di colore lattescente.Avverto sempre anche un leggero bruciore durante la minzione…..Premetto che verso il 6 di maggio ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza che sto frequentando e da poco mi ha detto che ha scoperto di avere un po’ di candida e che aveva dei fastidi già da un mesetto!Potrei essere stato contagiato?Potrei avere anche un infiammazione alla prostata?Sono preoccupato…Grazie per l’attenzione!
    Cordiali saluti

  16. Prova a mettere anche il rilastil che contiene elastina e permette una elasticizzazione della cute. purtroppo è una zona delicata e l eccessivo attrito causa edema

    • Buongiorno dottore,dal tampone uretrale per clamydia e germi comuni non è emerso nulla (probabilmente il prelievo del tampone è stato eseguito male perchè ho urinato tre ore prima di farlo),mi ha prescritto ipertrofan per 40 giorni e deflogo…ora la fastidio che avevo si è aggiunto anche bruciore che permane dopo aver urinato e più forte dopo eiaculazione…non lo so non mi convince questa terapìa…Grazie!!!

  17. Buongiorno dottore,
    Ho 34 anni sono un ex fumatore (ho smesso da 4 mesi) da un po’ di tempo ho un po’ di problemi di erezione alcune volte mi capita di averne all’inizio del rapporto, altre invece nn riesco a tenerla durante un rapporto, un altra cosa strana che mi accade e che quando mi masturbo durante l eiaculazione ho un leggero bruciore, premetto che ho attraversato un periodo di forte stress ( la cosa che mi accade e di aver paura di nn riuscirci prima si cominciare) nn soffro di nessun tipo di malattia, nn bevo alcolici da minimo 7/8 mesi, durante la notte e la mattina comunque ho l’erezioni spontanee.
    Attendo una sua risposta la ringrazio tantissimo.

    • IL bruciore può essere legato a modesti fenomeni infiammatori della ghiandola prostatica. Per quanto riguarda il problema erettile, si è sicuramente instaurata una componente psicogena e forse un modestissimo deficit di irrorazione. SI potrebbe tentare semplicemente usando sostanze che liberano ossido nitrico

      • Scusi la domanda, per ossido nitrico intende qualche medicinale che devo comprare in farmacia? Se si me ne consiglierebbe qualcuno lei. La ringrazio ancora.

  18. Salve, sembra che la mia compagna soffri all’ atto della penetrazione per il fatto che il mio pene, in erezione, acquista una leggera curvatura verso l’alto premendole in maniera dolorosa sulla parete superiore della vagina tanto da portare all’interruzione del rapporto. C’è qualcosa che si può fare in questo caso specifico? Ringrazio anticipatamente per il vostro interessamento

  19. serve una valutazione andrologica con eventuale esame ecocolordoppler basale e dinamico. Potrebbe essere un recurvatum penieno o una IPP, meritevole di eventuale correzione

    • ho visto le foto relative alle due malattie ma la mia curvatura posso dire che sia di molto più lieve. Può essere che ciò sia dovuto al fatto che il mio pene, in fase di acuta eccitazione, raggiunga delle dimensioni alle quali la mia compagna non è abituata? A volte cerco di riscaldarla ma la cosa non aiuta. Cosa ne pensa in merito? Vi ringrazio anticipatamente per il vostro interessamento

  20. Salve dottore premetto che sono affetto da fimosi serrata e tra un paio di settimane dovro operarmi , ho il pene non in erezione di soli 3 cm e di 12 cm in erezione ho 17 anni crescera ancora soprattutto non in erezione grazie

  21. Salve, sono un ragazzo di quasi 17 anni, ma mi sono sviluppato abbastanza tardi, non ho ancora la barba..ho un pene che misura circa 13cm in circonferenza e circa 19cm di lunghezza. Crescerà ancora in circonferenza? Ho letto che prima aumenta la lunghezza e poi la circonferenza, è vero? Per me è molto importante. Grazie.

  22. Salve, il mio misura in erezione 16 cm per una circonferenza di 13, quindi credo di essere nella media, quello che però mi piacerebbe sapere è se è un problema che presenti una curvatura verso il basso e verso sinistra o meglio se ciò è normale e quali eventuali implicazioni può comportare al momento dell’atto sessuale ( ho 20 anni ma sono ancora vergine, è per questo che chiedo)
    Ps. alla mia età comunque è possibile che cresca ancora o che assuma un forma diciamo più “dritta” ed eventualmente cosa aiuterebbe?

    • Le misure sono perfette, l incurvamento un po meno. E’ forse un recurvatum penieno che chiaramente non crea problemi alla tua vita sessuale che sta per arrivare. Utile però videat andrologico. Se vuoi puoi postarmi le foto sulla mail per una valutazione.
      andreami65@yahoo.it

  23. buongiorno,sto frequentando da poco un ragazzo che ha problemi di erezione…il piu delle volte fa fatica a mantenerla,non potendo cosi portare a termine il rapporto.
    Avverte bruciore se gli si stimola il glande..lui dice che nell autoerotismo non soffre di questi problemi..la sua eiaculazione e’ cmq abbondante..e sembra avere “appetito sessuale”.
    E’ restio a farsi vedere..e io restia a insistere su una cosa “tanto privata”.
    La sua ipotesi e’ che tutto sia legato allo stress di un lavoro che lo sta massacrando..il problema e’ che soffre di questa disfunzione da quasi un anno…
    la mia domanda e’:descritti tali sintomi quale potrebbe essere a spanne il suo problema?(prostata,psicologico..fisiologico?)…chi soffre o ha sofferto di tali problemi…puo’ rtornare “normale”…o lo spettro dell incapacita’ erettiva si trovera’ sempre dietro “l angolo” in agguato???
    grazie…

  24. Ciao Maria, potrebbe esserci una ipersensibilità legata anche ad un processo infiammatorio uretrale. Chiaramente nell autoerotismo la pressione che esercitiamo tende ad evitare manovre dolorose. Con una banale visita urologica potrebbe prendere la giusta strada terapeutica. Stai sereba nessun DE dietro l’angolo

  25. Buongiorno dottore ho ho 46 anni e ho un problema è da circa un anno che quando mi masturbo nonostante quando sono in prossimità dell’eiaculazione mi sembra di esplodere ma invece l’emmissione di sperma avviene senza ” schizzo ” ma solo a cascata, piu o meno abbondante a seconda dell’astinenza, e nemmeno dopo 5/6 giorni di astinenza, cosa vuol dire è normale a 46 anni avere un calo dello ” schizzo ” , faccio presente che non ho nessun problema ad urinare ne bruciori ecc ecc.non mi alzo la notte ad urinare.
    Grazie

  26. Ho quasi 21 anni, ho avuto pochi rapporti e mi sento insicuro su certe cose, a volte non capisco se la patner fa finta o no. Ho un pene lungo 14.5 in erezione, circonferenza 14. Poi ho notato che quando è in erezione è così duro che faccio leggermente fatica a tenderlo in verticale rispetto al petto, nel senso che tende a tornare in su parallelo al petto, non so se mi spiego. E’ tutto ok?

  27. Buonasera dottore,
    ho 44 anni e le scrivo per chiederle se avere rapport quasi giornalieri può provocare problemi alla prostata. Da più di un anno, io e la mia compagna abbiamo (anzi a volte su mia insistenza) rapporti quasi giornalieri; ho un forte desiderio sessuale che a vent’anni non avevo (forse per mancanza di esperienza) e la sola visione di una bella donna mi porta dritto all’erezione. Durante il rapporto sono alquanto esigente e la mia lei ne sa qualcosa, fuoriesce un lato maschilista del mio carattere che durante il resto della giornata non possiedo. Non ho mai pensato di tradirla, ma adesso….se mi capitasse l’occasione non la rifiuterei. Faccio presente che questa mia irruenza passionale non infastidisce affatto la mia donna. Gradirei sapere se posso continuare a dare libero sfogo alla mia sessualità-mascolinità o devo rallentare i ritmi per possibili problemi prostatici. Grazie

  28. Buongiorno dottore,
    Sono un ragazzo di 20 anni, e volevo chiederle informazioni riguardo la pratica della masturbazione. Volevo sapere se ci possono essere effetti negativi per quanto riguarda i capelli. Soffrendo io di alopecia ( in famiglia tutti ne soffriamo ), vorrei sapere fino a che punto l’autoerotismo può influire, anche perchè se i rapporti con l’altro sesso sono più difficili da evitare, almeno l’autoerotismo, se dannoso in questo senso, meglio evitarlo. Ho cercato informazioni a riguardo ma nessuno ha saputo darmi una risposta precisa, quindi chiedo a lei che di sicuro è la persona più qualificata. Le auguro un buon 2014 .
    Grazie per l’attenzione.

  29. ciao dottore vorrei chiederle, il mio glande al momento dell’erezione non si scopre o solo a metà quando sono super eccitato..quando non è eretto non provo assolutamente nulla anzi lo posso scoprire velocemente senza problema, mentre quando è eretto lo scopro senza alcun problema e dolore ( però in modo non veloce)però si blocca e nn scopre tutta la pelle fino a sotto…vorrei sapere se mi devo operare (e ho una grandissima paura), o invece c’è un metodo per allargare la pelle? granzie in anticipo e spero di essermi spiegato…cmq ho 22 anni

  30. Salve dottore da un poco a questa parte o notato sulla parte dorsale finale del pene un cordone spesso durante le erezione non so cosa stia accadendo grazie tante

  31. Caro dottore volevo il suo parere sull’efficacia degli esercizi di kegel nel combattere l’eiaculazione precoce e se dovessero procurare danni fisici, inoltre volevo sapere se ha altri consigli per sconfiggere questa disfunzione senza assumere farmaci.grazie

  32. Buonasera dottore
    due domande :
    1) perchè si parla cosi poco di neurotomia e/o di filler glandulare? potrebbero essere delle soluzioni definitive senza l’utilizzo di farmaci costosi e dannosi piuttosto che creme desensibilizzanti che “spezzano” la spontaneità del gesto in quanto vanno spalmate tot tempo prima.
    2) immettere la pomata emla dentro l’uretra può essere dannoso? ed avrebbe gli stessi effetti come spalmarla direttamente sul glande? chiedo questa cosa in quanto ,se funzionasse, potrebbe essere una soluzione all’utilizzo del preservativo, o del lavaggio prima del rapporto (o comunque di tutti quegli accorgimenti da avere prima del rapporto)

    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...