Esercizi di Kegel contro l’eiaculazione precoce

uomo-che-si-allena

Se ne sente spesso parlare, ma non sempre con cognizione di causa quindi sembra utile fare il punto della situazione su cosa siano gli esercizi di Kegel e in che modo possano aiutare a combattere l’eiaculazione precoce. Partiamo però dalle origini.

La tecnica prende il nome da Arnold Kegel, un ginecologo di Los Angeles degli anni Cinquanta. Il dottor Kegel aveva seguito parecchie pazienti con un’incontinenza urinaria post-parto. A quel tempo l’unico rimedio a questo disturbo era un intervento chirurgico in cui i muscoli venivano tagliati e ricuciti nella speranza che l’ispessimento dovuto al tessuto cicatriziale aiutasse a migliorare il controllo della minzione. Il dottor Kegel trovò invece una soluzione alternativa, ben più facile e che non richiedeva alcun intervento. Insegnò cioè alle donne a rinforzare i muscoli pelvici, responsabili dell’incontinenza urinaria, poichè muscoli più forti avrebbero saputo contenere meglio l’urina. I muscoli in questione sono i  pubococcigei, o semplicemente PC. Si scoprì poi che gli esercizi di Kegel contribuivano alla soddisfazione sessuale delle donne: chi aveva allenato i propri muscoli pubococcigei, aveva orgasmi più frequenti ed intensi.

Cosa c’entrano gli uomini e l’eiaculazione precoce?

Recentemente si è compreso che gli esercizi di Kegel possono essere utili anche per l’apparato sessuale maschile. La contrazione del PC ha infatti l’effetto di far affluire il sangue verso la punta del pene, aumentando così l’energia sessuale dell’invididuo. Gli esercizi di Kegel contribuiscono quindi all’eliminazione dell’eiaculazione precoce, abbreviando contemporaneamente i tempi di recupero tra un orgasmo e l’altro.

Dalla teoria passiamo alla pratica.

Il primo passo per svolgere in maniera corretta gli esercizi di Kegel è localizzare il muscolo PC ed isolarlo (ossia muovere solo quel gruppo di muscoli e nessun altro). Il muscolo pubococcigeo è un muscolo volontario posizionato tra i testicoli e l’ano, preposto al controllo della minzione. Per individuarlo basterà quindi contrarre i muscoli in modo tale da bloccare il flusso di urina. Provare e riprovare fino a che non si è in grado di svolgere questa tecnica basilare senza alcuna difficoltà. La fase seguente consiste nel praticare questo stesso esercizio non solo in bagno, ma ovunque, in qualunque momento della giornata dilatando di volta in volta i tempi di contrazione. Dopo circa 6 settimane si dovrebbe saper contrarre i muscoli PC per 20 secondi alla volta. Attenzione: gli esercizi di Kegel devono essere eseguiti costantemente, tutti i giorni, sebbene con gradualità. Se si vuole avere riscontri più evidenti del funzionamento e della forza del PC si possono utilizzare diversi ‘trucchi’. Il più diffuso è quello dell’asciugamano: appoggiato un fazzoletto sul pene in erezione si è in grado di abbassarlo e sollevarlo volontariamente? Se sì vuol dire che gli esercizi di Kegel si stanno seguendo nella giusta maniera.

Non siete ancora convinti dell’importanza che potrebbe avere l’esercitare un semplice muscolo come quello pubococcigeo? Il dottor John D. Perry, uno degli autori di The G Spot (Il punto G), spiega che “Quando il muscolo Pc viene contratto tira il pene contro la prostata. L’effetto è un incremento della stimolazione prostatica, che è responsabile della fase di emissione dell’orgasmo. Poi nella fase di espulsione dell’orgasmo il muscolo PC si contrae e avviene l’eiaculazione”. In altre parole un muscolo PC più allenato può dare sensazioni più intense durante il rapporto, specialmente durante l’eiaculazione.

Come gli esercizi di Kegel hanno effetti sull’eiaculazione precoce? E’ sempre il dottor Perry a rispondere: “La mia teoria è che i Kegel aiutano semplicemente ad acquisire maggiore consapevolezza di quel muscolo. Nell’eiaculazione precoce uno dei problemi principali è che l’uomo non è consapevole della rapidità con cui giunge all’orgasmo”. E. Douglas Whitehead, professore associato di urologia alla Scuola di Medicina Mount Sinai della Cty University di New York, aggiunge inoltre che “Gli uomini riconoscono qual è il loro punto di inevitabilità eiaculatoria, vale a dire il momento dopo il quale l’eiaculazione non può più essere fermata. Imparando ad eseguire i Kegel un attimo prima di quel momento, gli uomini possono rallentare il loro stato di eccitazione sessuale, con conseguente ritardo dell’eiaculazione. Si può imparare a farlo ripetutamente durante ogni rapporto”.

Infine va detto che poichè gli esercizi di Kegel non provocano alcun effetto collaterale possono essere associati, qualora non fossero sufficienti, ai trattamenti per l’eiaculazione precoce (come Priligy) accrescendo così le probabilità di successo.

Eiaculazione precoce

Segui Lui a Letto su Facebook per consigli e curiosità sulla salute sessuale e la sessualità maschile

25 thoughts on “Esercizi di Kegel contro l’eiaculazione precoce

  1. MA LA VITA E’ PROPIO UN INGIUSTIZIA MALEDETTA NON POTEVA ESSERE CHE TUTTI AVEVAMO LA STESSA DURATA EVIA!!! E MA DOPO PERO NON CERA GUSTO DIRA QUALCUNO ,TROPPO CONVENZIONALE E SCONTATO!!! E CERTO MEGLIO COSI CHI DURA UN ORA E CHI 5 SECONDI , COSI E’ TUTTO PIU ANTICONVENZIONALE SI! MA VALLO A DIRE AL PORACCIO CHE DURA 5 SECONDI, E CHE MAGARI A PERSO L AMORE DELLA SUA VITA PER QUESTO MOTIVO E CHE COME SE NON BASTASSE ADESSO MAGARI SI STA RIFACENDO CON QUELLO CHE HA AVUTO LA GRAZIA DI DURARE UN ORA!!

    • Ciao Ciro,

      beh, è vero: a chi troppo e a chi niente!
      ma, scherzi a parte, ricordiamoci che l’arte amatoria non si limita al rapporto coitocentrico. Esistono tanti modi per rendere più che soddisfacente un rapporto sessuale 😉

  2. Pingback: Eiaculazione precoce: i 10 trucchi per sconfiggerla « MENTE LIBERA… Perle di Saggezza per Rompere gli Schemi Mentali

  3. salve luca
    non riesco capire come comprimere il muscolo pc : con la mano ? o con iò corpo …
    grazie della risposta.

    luidoc: ho letto il sito da te riferito, ma il problema è che come farli.
    il muscolo pc so qual è .
    grazie per la risposta

    • Ciao Luca,
      lo scopo del comprimere il muscolo pc è quello di riconoscerlo e imparare a controllare le sensazioni relative a quel muscolo per poi contrarlo autonomamente. Comprimendolo con la mano puoi localizzarlo meglio e concentrarti su un punto esatto.

      Segui Lui a Letto anche su Facebook

  4. fidatevi l’eiaculazione precoce non è una malattia. E’ normale e a mio avviso sono sopravvalutati quelli che durano 1 ora….sono da film porno( e sono dei professionisti). Le donne li preferiscono ma solo perchè la loro eccitazione è più lenta rispetto agli uomini…con i giusti metodi conquisterete il mondo.

    • Ciao Mikiz,
      l’eiaculazione precoce è un disturbo sessuale molto comune ed è un problema che va trattato per avere una vita sessuale soddisfacente e ritrovare la serenità a letto. Questo però non significa che tutti coloro che non hanno una durata da film porno soffrano di eiaculazione precoce, anzi. Molti uomini non capiscono che la durata media di un rapporto sessuale è inferiore ai 10 minuti (parlando solo di penetrazione). Inoltre molti non sanno che esiste un altro disturbo chiamato eiaculazione ritardata che porta ad avere rapporti sessuali molto lunghi ma non soddisfacenti. Il problema è che ormai si stanno diffondendo molti miti riguardo a dimensioni e performance che richiamano a modelli di sessualità distorti…

      Segui Lui a Letto anche su Facebook

  5. Occorre a mio avviso essere sereni e non viverla come una prestazione. poi occorre avere una compagna che sappia cosa sta succedendo, che non sia occasionale, e non temere di fermarsi durante l’atto, saper riconoscere le proprie emozioni è la prima parte, credo anche che la velocità da coniglio vada abbandonata, occorre sensualità e non quella ginnastica che si vede nei porno, le donne si aspettano un amante e la parola significa uno che ama, e uno che ama pensa a lei prima che a sè, usa anche altre parti del corpo, le mania d esempio, e lo fa cercando di deviare la percezione sul piacere che lei sta ricevendo e col contatto che s’istaura in questa relazione. E’ via via più durevole un rapporto che concentra i gesti sull’altro, sulla altrui soddisfazione, sull’ascolto del respiro e dei segnali del piacere che si stà donando. Probabilmente il primo esercizio tantrico consiste nel donarsi , nella generosità mentale del gesto d’amore, non nella fecondazione.

    • Quando blocco la fuori uscita dell’urina sto esercitando il muscolo interessato giusto????? Quindi è gia un esercizio questo? Ma se non devo fare pipi come mi esercito? In pratica il muscolo pc da li lo devo comprimere? Risp.qualcuno

      • Ciao Mariano,
        esatto! Controllando la fuoriuscita dell’urina controlli i muscoli pelvici e ti alleni quindi a riconoscerli. Però il punto non è che non devi urinare, dovresti svuotare la vescica prima di eseguire gli esercizi ma ti puoi allenare a riconoscere il muscolo pc interrompendo il flusso di urina per alcuni secondi quando fai pipì. Il muscolo pc si contrae durante l’eiaculazione ma è lo stesso muscolo addetto alla regolazione del flusso di urina.

        Segui Lui a Letto anche su Facebook e Google+

      • Grazie luidoc un’altra cosa ancora devo capire io devo comprimere tra i testicoli e l’ano?? Quando il pene è eretto o anche quando non lo è?????

  6. Ciao, ho 15 anni e sono vergine. Quando mi masturbo la prima eiaculazione la ho dopo circa 20 minuti, e la seconda dopo altri 40 circa, guardando video porno. Sono nella norma? Potete mettere dei dati?

    • Salve Spiderman,
      si stima che la durata media in relazione all’eiaculazione in seguito a penetrazione sia inferiore ai 10 min (intorno ai 7 solitamente). naturalmente per quanto riguarda la masturbazione le tempistiche possono variare notevolmente. Direi comunque che è prematuro e inutile preoccuparsi per la durata. Hai tutta una vita – sessuale – davanti!

      Lui a Letto è anche su Facebook e Google+

  7. Ciao, ho due domande:
    – è normale avvertire un leggero fastidio ai testicoli dopo l’esercizio?
    – questi esercizi possono essere eseguiti indistintamente da seduti, sdraiati ed in piedi?
    Grazie.

    • Salve Jei,
      in teoria non dovresti arrivare a sentire fastidio, ti devi fermare prima. Non è che hai esagerato un po’ con gli esercizi? Comunque possono essere eseguiti da sdraiati, seduti o in piedi. E’ indifferente.

      Lui a Letto è anche su Facebook e Google+

  8. È normale che quando guardo video porno e appena faccio 2-3 movimenti arrivo? Secondo me soffro dell’eiaculazione precoce,ho appena 15 anni ma questo mi da fastidio perche non so nemmeno se so le tecniche per imparare. Pero quando non guardo video, e nn penso a nulla mi ci vuole tempo, cosa che molto difficilmente eseguo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...