Come proteggersi dalle malattie sessuali

shutterstock_82537882

Le malattie sessualmente trasmissibili, o anche MST, sono un fenomeno in aumento in molti Paesi Europei. Recenti statistiche mostrano che anche l’Italia registra un aumento notevoli dei casi. Le malattie sessuali possono causare seri problemi alla salute, sia quella di chi è infetto che quelladel partner. Infatti in caso di infezioni sessualmente trasmissibili per prima cosa si deve informare il partner con cui si ha avuto un rapporto non protetto.

Molte delle infezioni sessualmente trasmesse possono essere guarite e curate tempestivamente. Fortunamente ad oggi i rimedi per la cura delle MST sono molti e affidabili. Ovviamente ogni infezione per essere curata richiede il suo trattamento specific. Per esempio le infezioni causate da batteri, come gonorrea e clamidia, possono essere curate via antibiotico. Invece quelle causate da miceti come la Candida con farmaci antimicotici. Le malattie virali sono più complesse, ma fortunatamente esistono molte terapie in grado di alleviare i sintomi e rallentare l’evoluzione della malattia. Conoscere le malattie a trasmissione sessuale può aiutare a prevenire gravi problemi di salute.

Cosa fare quando viene riscontrata una malattia sessualmente trasmissibile? Iniziare al più presto la terapia farmaco più adatto e assumerlo come indicato dal medico e riportato sul foglio illustrativo. La terapia va seguita per tutta la durata indicata. Non si deve interrompere l’assunzione del farmaco quando si inizia a stare meglio e i sintomi scompaiono. In secondo luogo bisogna informare i partner con cui si hanno avuto rapporti non protetti e interrompere l’attività sessuale durante il trattamento.

Come proteggersi: E’ soprattutto in caso non si abbia una relazione stabile e capiti di avere rapporti occasionali con persone che non si conoscono in maniera approfondita che è essenziale usare il profilattico. Quest ova utilizzato in maniera corretta, cioè non solo nella fase eiaculatoria ma durante tutto il rapporto sessuale. Mai correre il rischio di avere un rapporto sessuale completo con un partner occasionale. Non sempre però siamo a rischio di contagio, a volte la causa possiamo essere noi stessi, quindi sempre meglio tenere sotto controllo il proprio stato di salute. Esistono i cosiddetti portatori sani, persone che possono avere contratto l’infezione ma che non presentano sintomi che ne possano determinare la presenza.  Potremmo essere noi la prima causa della trasmissione di malattie sessuali.

Le malattie sessuali possono essere trasmesse non solo attraverso la penetrazione vaginale, anche il sesso anale e I rapporti orali possono rivelarsi rischiosi. Lo sperma, le secrezioni vaginali e la saliva sono I principali veicoli di infezione.

Ecco una breve guida su come indossare un profilattico:

Il preservativo va indossato sul pene, quando è in erezione. Importante è usare  sempre un profilattico nuovo prima di un rapporto sessuale. Quando si apre la confezione bisogna fare massima attenzione a non rompere il profilattico. Nel caso abbiate dubbi sulla sua integrità meglio usarne uno nuovo. Per evitare le cosiddette bolle d’aria, afferrate il profilattico dal serbatoio stringendolo con le dita. A questo punto con l’altra mano potete srotolarlo sul pene eretto.

howto

Bisogna fare attenzione alle rotture che talvolta si verificano, specialmente per la presenza di bolle d’aria. Ricordate: Il profilattico è l’unico che protegge dalle malattie e infezioni sessualmente trasmissibili ed offre protezione anche contro il virus dell’HIV, il quale causa l’AIDS).

Segui Lui a Letto su Facebook per consigli e curiosità su salute sessuale e sessualità maschile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...