Semplice come respirare, consigli per la disfunzione erettile

Per alcuni uomini, essere sotto stress significa soltanto essere un po’ più irritabili del solito, mentre per altri lo stress può diventare la causa della disfunzione erettile. In questi casi imparare a rilassarsi per alleviare lo stress è tutto ciò che serve per trattare gli episodi di impotenza.

Quali sono le tecniche che possono essere utilizzate per rilassarsi?

Per imparare a rilassarsi è necessario acquisire familiarità con diversi modelli di respirazione e modificarli in modo che vi aiuteranno a sentirvi meglio. Non tutti sanno che il proprio modello di respirazione è spesso interrotto da cambiamenti di emozione. Le persone che sono ansiose, ad esempio, tendono a trattenere il respiro e parlare con una voce acuta come se stessero inspirando. D’altra parte, le persone che sono depresse, tendono a sospirare e parlare a bassa voce come se stessero, invece, espirando.

Qui di seguito vi elenchiamo alcuni esercizi di rilassamento. Innanzitutto assicuratevi di trovarvi in un luogo tranquillo, privo di distrazioni e di buon umore. Bloccate tutte le preoccupazioni e i brutti pensieri che vi distraggono.

Respirazione ritmica: se la vostra respirazione è breve e frettolosa, rallentarla prendendo lunghi respiri lenti. Inspirate ed espirate molto lentamente. Contate, sempre senza fretta, fino a cinque durante l’inspirazione e poi di nuovo, sempre lentamente e sempre fino a cinque durante l’espirazione. Mentre espirate prestate attenzione al modo in cui il corpo si rilassa in modo del tutto naturale. Riconoscere questo cambiamento vi aiuterà a rilassarvi ancora di più.

Respirazione profonda: immaginate un punto del vostro corpo appena sotto l’ombelico. Respirate in quel punto, riempiendo di aria il vostro addome per poi lasciare andare l’aria fuori, come quando si sgonfia un palloncino. Col tempo, grazie ad una lenta espirazione, vi dovreste sentire più rilassati.

Respirazione visuale: trovate un luogo accogliente dove vi è possibile chiudere gli occhi e unire la respirazione all’immaginazione. Raffigurate nella vostra mente un’immagine rilassante e lasciate che tutte le tensioni si allontanino da voi. Respirate profondamente, ma in un ritmo naturale. Visualizzate il vostro respiro che passa dalle narici, entra nei polmoni e si espande nel torace e nell’addome. Continuate visualizzando il vostro respiro che esce allo stesso modo. Continuate a respirare, ma ogni volta che inspirate, immaginate che state respirando con un grado maggiore di rilassamento. Ogni volta che espirate immaginate invece di sbarazzarvi di un po’ più di tensione.

Rilassamento muscolare progressivo: passate dai vostri pensieri a voi stessi e il vostro respiro. Prendete un paio di respiri profondi, espirate lentamente. Scansionate mentalmente il vostro corpo. Notate le aree che sentite più tese o anguste. Rapidamente sciogliete queste aree. Lasciate andare la tensione il più possibile. Ruotate la testa in un fluido movimento circolare una o due volte. Non fate alcun movimento che vi possa causare fastidio o dolore. Muovete le spalle in avanti e indietro diverse volte. Lasciate che tutti i muscoli si rilassino completamente. Concentratevi su un pensiero piacevole per alcuni secondi. Prendete un altro respiro profondo ed espirate lentamente. Dovreste sentirvi particolarmente rilassati.

Relax con la musica: unite gli esercizi di rilassamento con la vostra musica preferita in sottofondo. Selezionate il tipo di musica che di solito vi mette di buon’umore o che trovate particolarmete rilassante o calmante. Alcune persone trovano più facile rilassarsi ascoltando nastri di rilassamento appositamente progettati, che forniscono la musica insieme alle istruzioni per il rilassamento.

Rilassamento mentale visivo: il rilassamento ad immagini mentali, o altrimenti detto immaginazione guidata, è una forma collaudata di rilassamento mirato che aiuta a creare armonia tra la mente e il corpo. L’immaginazione guidata infonde calma grazie al fatto che le raffigurazioni pacifiche che create nella vostra mente agiscono come a voler costruire una sorta di ‘fuga mentale’ dalle tensioni. Identificate il problema da risolvere e affrontatelo, parlate con voi stessi. È importante identificare il modo negativo, sbagliato, di interagire con se stessi e riconoscerne uno sano e positivo nell’approccio tra sé e sé.

Alcune affermazioni positive che potete provare ad usare:

“Lascio andare le cose che non posso controllare”

“Io sono sano, vitale e forte”

“Non c’è nulla al mondo che io non possa gestire”

“Tutti i miei bisogni sono soddisfatti”

“Sono completamente e assolutamente sicuro”

Segui Lui a Letto su Facebook per consigli e curiosità su salute sessuale e sessualità maschile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...